Vivi il presente per aprirti al futuro

Eccoci all’ ultimo articolo del 2019.

Tranquilli, non vi annoierò con i classici bilanci di fine anno né tanto meno con mille consigli per pianificare al meglio il nuovo anno.

Vorrei concentrarmi su questi  giorni di feste ormai alle porte: ho capito negli anni che le festività natalizie sono vissute diversamente a seconda delle persone e molto dipende dal momento della vita che ciascuna sta attraversando.

Il Natale ha la straordinaria e forse un po’ magica capacità di esasperare e stressare le gioie come le sofferenze, l’amore come il rancore, la ricchezza come l’aridità.

Il primo passo

Il primo passo  è accettare  come deciderai di vivere le feste, senza il bisogno alcuno di omologarti al sistema: metti a tacere la voce del tuo critico interiore che ti fa sentire “inadeguato/a”, una voce “fuori dal coro” “….perchè a Natale è d’obbligo essere felici e sorridenti“.

Non porre freni né limiti: vivi ogni giorno come senti sia più giusto per te.

Quello che ora vorrei condividere con te sono alcune piccole attività che forse ti richiederanno un po’ di impegno e di sforzo (me ne scuso in anticipo)  e probabilmente dovrai vincere qualche tua resistenza ma ti posso assicurare ( l’ho provato sulla mia pelle) che sono in grado di cambiare il tuo atteggiamento mentale e dunque emotivo e farti partire con il piede giusto verso il nuovo anno.

I rapporti umani

La prima attività riguarda il momento presente, ovvero il Natale ed in particolare il tradizionale scambio degli auguri: quest’anno dimenticati di chat, social media e tutto ciò che sia digitale. Sforzati il più possibile di fare gli auguri telefonando o, se possibile, incontrando fisicamente le persone. Riscoprire la gioia delle buone e vecchie conversazioni ti farà sentire più vicino all’ altro, ti permetterà di cogliere ciò che una sterile chat non è in grado di trasmettere. Vuol dire dichiarare all’ altro “ tu sei importante per me e ti dedico del tempo, perché mi interessa sentire davvero come stai”.

Magari puoi rispolverare qualche rapporto “congelato” o dare nuova linfa a legami già forti. Il calore umano che si sprigionerà ti scalderà il cuore e ti farà sentire circondato/a da persone importanti.

Celebrazioni e vision

Il secondo esercizio che ti propongo riguarda il tuo futuro: prenditi un paio d’ore durante queste vacanze, raccogliti per qualche minuto con te stessa, chiudi gli occhi se preferisci, e respira profondamente per 3/ 4 volte.

Con la memoria rivivi il tuo anno e tutti i successi che hai avuto, le prove difficili che hai superato, le sfide che hai scelto di affrontare, gli insegnamenti che hai ricevuto. Quando hai passato in rassegna il tuo anno decidi un modo per dirti “grazie”, affinchè  tu possa chiudere il vecchio ed aprirti al nuovo.

Ora fai altri 3 o 4 respiri profondi e fantastica sui traguardi che vorresti raggiungere nel 2020:

Quali sogni vorresti realizzare?

Cosa ti piacerebbe fare di diverso?

Cosa manterresti?

Come ti piacerebbe essere?

Chi ti piacerebbe incontrare?

Per ancorare queste immagini alla memoria puoi decidere di scriverle ( anche di getto, seguendo l’istinto) oppure rappresentale graficamente ( puoi disegnare, selezionare delle immagini o delle foto che rappresentino i concetti che hai idealizzato).

Riponi in un posto sicuro ciò che hai realizzato e durante l’anno, periodicamente, recuperalo e vedi a che punto sei del tuo cammino.

Come scrisse lo scrittore francese Anatole France “per compiere grandi passi, non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo pianificare, ma anche credere”.

Ora mi concederò una pausa, cercherò di godermi tutto quello che queste settimane mi potranno dare: affetti, riposo, divertimento, movimento….

Ti do appuntamento al nuovo anno!

Buone Feste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *